Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

La musica leggera quanto pesantezza dell'anima?

La musica leggera
quanto pesantezza dell'anima?

a cura Edda Cacchioni
Counselor Editor Scrittrice
Artista Atleta

 

 

 

Immagine 174Il XX secolo è correlato da molteplici cambiamenti, tra cui la musica leggera che si afferma con un linguaggio semplice di tema amoroso.
Le sue carratteristiche principali sono l'orecchiabilità, utilizzo della meldia, uso del tempo musicale pari a 4/4.
Ha testi di facile comprensione su un formato canzone (strofa alternate e ritornello). Esempio tipico è la canzone "sincerità" di Arisa. 
La musica leggera non è un genere musicale, ma un tipo di musica accessibile ad un pubblico di massa ergo legato, ad una logica di mercato.
I classici del genere sono Mina e i Beatles e si contrappongono alla musica colta sostenitrice di musica di ricerca sperimentale con un mercato ridotto.
Nonostante le varie dissonanze i due generi s'intrecciano coronando grandi autori come Franco Battiato nella lirica e nella musica sacra.
I tre operistici: Pavarotti, Domingo, Carreras hanno riempito gli stadi come i Rolling Stones.

Il più audace dei critici tenta confronti tra i due linguaggi musicali.
Un'aria di verdi e una canzone di Beatles non vogliono essere bella allo stesso modo, non sono scritte per lo stesso pubblico, non presuppongono lo stesso mondo.
L'aggettivo leggero significa la mancanza di un impegno sociale-politico, ma vuol dire anche leggero cioè legato ad una sensazione di gradevolezza della forma che non è sempre riscontrabile.
A mio avviso  certe canzonette disincantano l'anima appesantendola di idiozia conforme alla banalità assordante.
 

(Mantova 29 maggio 2011 ore 17,04 )

 

 

 

 

segui il corso direttamente dalla pagina. Le lezioni sono numerate


 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post