Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Il bambino con AIDS

Il feto può essere contagiato da una madre HIV positiva nei seguenti modi: 
- via transplacentare durante la gravidanza
- durante il parto
- con l'allattamento
La trasmissione può essere accertata tramite prelievi di sangue periodici effettuati sul neonato, per verificare le situazioni come:
- il passaggio degli anticorpi materni al bimbo: nel neonato si riscontrerà una riduzione degli anticorpi materni fino alla scomparsa che avverrà intorno al quindicesimo mese di vita del nasciturno.
- infezione del neonato: il neonato inizialmente per gli anticorpi materni il bambino è sieropositivo opo l'eliminazione degli anticorpi materni diventa sieronegativo.
Il periodo d'incubazione in un bambino infettato da AIDS è decisamente inferiore rispetto ad un adulto ed è riscontrable un'elevata mortalità.
aids_bambino_malato.jpgI sintomi del decorso della malattia sono:
- diarrea. Febbre. Anormale accrescimento. Linfodenopatia. Disturbi neurologici. Frequenti infezioni.
La morte del bambino sopraggiunge intorno al primo anno di età. Tuttavia con i nuovi metodi terapeutici e l'uso di immunoglobuline per via endovenosa per evitare, infezioni al bambino, la sopravvivenza media è in aumento.
Il contagio tra bambini è difficile quindi è opportuno inserire il bambino negli asili nido per i benefici psicologici che ne derivano.
Il contagio avviene solo col sangue, usare le dovute attenzioni come segue:
- nell'utilizzo di forbici, pettine, spazzolini da denti
- evitare il contatto diretto con il sangue
- le superfci sporche di sangue vanno disinfettate con varecchina diluita oppure un altro liquido
- il materiale di medicazione utilizzato deve essere chiuso in un sacchetto
- se un operatore si ferisce con strumenti infetti è opportuno lasciar sgorgare un pò di sangue dalla ferita.

Un consiglio: esiste l'aborto, liberate i vostri figli!

Ho visto donne sposarsi in fretta perchè aspettavano un figlio, ho visto donne andare a vivere da sole perchè aspettavano un figlio alla quale non avrebbero mai rinunciato e ho visto donne scappare col figlio alla quale non hanno rinunciato... ma soprattutto le stesse oggigiorno hanno subito più di un aborto, quelli che sarebbero dovuti essere i figli successivi al primo grande amore...
L'aborto cè utilizzatelo in tempo equando serve seriamente. E ancora prima sarebbe opportuno usare i contraccettivi per le donne malate e quelle che non hanno nulla a che spartire con le malattie in genere.

Non dimenticatevi mai che ogni vita ha un prezzo da scontare: il ricordo di non essere mai nato in libertà!
(i guai vengono da soli non ve li cercate) 


Edda Cacchioni
www.eddacacchioni.it
Mantova 14, agosto 2011 ore 19,35

 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post