Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Recensione: Brama di Vivere di Irving Stone

 

 

 

Recensione: Brama di Vivere di Irving Stone
a cura H.Edda Cacchioni
Editor Counselor Scrittrice 
Artista Atleta

 

RECENSIONISTA 
..........................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................................

 

Inizio subito con una critica tecnica e non me ne vogliate consideratela deformazione professionale. Il libro è mal curato pessima traduzione così pure la correzione, nulla da dire sulla grafica ma anche se si potrebbe accennare al conservazionismo nel senso che il libro graficamente si attiene alle regole della casa editrice Corbaccio senza alcuna peculiarità ne refusi di ''casa'' solo grossi errori di cura del libro. Ma entriamo in merito al racconto alla biografia romanzata di Vincent Van Gog opera letteraria di Irving Stone.
Mentre leggevo il libro ho visto i Girasoli di Van Gog il giallo intenso e il blu del cielo, ho camminato nella sua stanza dormito sul suo letto ho mangiato patate con una famiglia di contadini. Un continuo esserci nella vita di Vincent che ho abbracciato nelle sue vicissitudini ho ringraziato per i quadri che ci ha lasciato, dipinti durante una vita fatta di piccole fortune di grandi affetti come quello del fratello e della cognata, di amici e nemici. Incontri insulsi con gente che farebbe schifo anche nel nostro tempo quelli che chiamiamo bulli e mobber. 
Una vita di crescita personale quella di Vincent Van Gog ricca di eventi passionali di fuoco e amore per l'arte.  L'autore ha saputo ripercorrere i momenti più salienti e i luoghi in cui il pittore è passato da Borinage in cui vive la sua vocazione religiosa e apostolato tra i minatori e poi girovago tra contadini di varie città e a Parigi dove conosce pittori e Critici d'Arte.
Intorno ai trent'anni inizia a dedicarsi alla pittura ed è uno stravolgente incontro che lo porta agli attacchi epilettici, è una continua ricerca di miglioramento dapprima dei suoi disegni e degli acquarelli più tardi. La pittura ad olio lo schiarire le sue opere dopo la conoscenza degli Impressionisti di Parigi. Grandi pittori che oggi noi conosciamo tutti ma che a suo tempo molti di loro hanno vissuto la fame per pitturare un quadro hanno pianto e alcuni sono impazziti e finiti in strada. Un libro scritto con rispetto vigoria e ingordigia di verità. 
Un Vincent Van Gog nella sua imperfezione di uomo perché richiamato dalla bontà dalla fiducia verso il prossimo dalla sua innocenza di bambino che ancora oggi scorgiamo nei suo quadri ed un affetto sincero di due fratelli che nel momento del bisogno uno ha saputo dare una sicurezza economica e l'altro la libertà di tale peso, uccidendosi con uno sparo al fianco.

Una moglie con il suo bambino in fasce ha riunito al cimitero di Auvers i due fratelli che riposano sotto l'ombra dei lussureggianti girasoli perché:


<<e non furono divisi nemmeno nella morte>>

 

 

 

 

 Irving Stone (1903-1989) scrittore di autobiografie romanzate e ricostruzioni storiche.
. Il tormento dell'Estasi. Vita di Michelangelo
. Il tesoro greco. Vita di Schliemann
. Origine. Vita di Charles Darwin

. Le passioni della mente. Vita di Sigmound Freud
                                . Vortici della gloria. Vita degli Impressionisti

 

 

 

sentiti libero di fare una donazione

per sostenere le iniziative del blog

Potrai dire <<anche io ci sono!>>

 

 

 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post