Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Dizione. Ascoltarsi con piacere.

RIPROPOSTA 

 

 

 

 

Salve e benvenuti nel corso gratuito di Dizione
 

APERTURA DEFINITIVA
30 MARZO 2021



 

 

le mie autopubblicazioni

 

Dizione. Ascoltarsi con piacere.
Corso accelerato online gratuito
a cura H.Edda Cacchioni

Counselor Editor Scrittrice
Artista Atleta


Relatrice cicloturistica 


 

 

Indice
. Presentazione
. Dizione 
. Riconoscimento vocale
. Respirazione
. Esercizi
. Scioglilingua

 

La parola ''dizione'' dal dizionario vuol dire: Maniera di pronunciare le parole
Dal lat. dictio -onis, der. Di dictus, p. pass. Di dicĕre dire’ •sign. 1, 1902; sign. 2, sec. XIV.



Presentazione
Si è detto che la Dizione è la maniera di pronunciare le parole inoltre sono inseriti altri indirizzi l'ortoepia che si occupa della pronuncia e la fonetica articolatoria che prende in considerazione l'insieme dei meccanismi. Poi si ha la fisiologia per il linguaggio orale. La dizione è utile in molti campi compreso il teatro, nelle presentazioni e nel giornalismo.


Aspetti rudimentali della Dizione
Le persone comunicano attraverso il linguaggio di cui se ne occupa la fonetica.
La fonetica si esprime in:
1 approccio descrittivo, tiene conto del periodo storico
2 evoluzione dei suoni attraverso il tempo



Suono
Il suono naturale è quello che si forma durante la fase di espirazione con l'aria dei polmoni. Avviene mediante il passaggio dell'aria dalla laringe alle corde vocali nello spazio della glottide e si possono avere:
- posizione espiratoria o neutra
- posizione chiusa che prevede le corde vocali che non lasciano passare l'aria (prima di tossire)
- posizione di sonorità si ha quando le corde vocali vibrano si scontrano.
Il suono può essere nasale oppure orale. Ma anche acuto o gravi
L'emissione di una vocale si ha quando l'aria passa per le corde vocali le altre emissioni sono le consonanti.


Vocali: vibrazioni meccaniche
Consonanti: categoria rumori


Le vocali sono sette: i u éè a òo' tuttavia in ortografia sono cinque. Questa struttura con E aperta/chiusa e O aperta e chiusa con I E U sempre chiuse e la A aperta sempre, è nata dal volgare fiorentino illustre.


Omografi
Omografia indica che la stessa parola ha significato ed etimo diversi. Esempi:
- accetta -affetto -arena -collega -corresse -dette -esca -esse -legge -mente -mento -messe -pesca -te -tema -venti


Omofoni
Omofonia intende le parole di omonimia cioè quando due forme linguistiche presentano la stessa forma ortografica e fonologica con significato diverso ed etimologia differente.


Riconoscimento vocale
Numeri
zèro cìnque dièci quìndici ùno sèi ùndici sèdici sètte diciasètte cènto òtto diciòtto quarantanòve diciannòve miliàrdo
– vénti trénta dódici tré trédici milióne quattórdici


I numeri ordinali
– Prìmo Sèsto Undicèsimo Sedicèsimo Sèttimo Dodicèsimo Diciasettèsimo Tèrzo Ottàvo Tredicèsimo Diciottèsimo Quàrto Nòno Quattordicèsimo Dicianovèsimo
– Secóndo


I Mesi
– Gennàio Febbràio Màrzo Aprìle Màggio Giùgno Lùglio Settèmbre Novèmbre Dicèmbre
– Agósto Ottóbre

 

La mia Meditazione


Respirazione
Fondamentale per una corretta dizione è la respirazione così pure per tante discipline e quindi per una vita in benessere.
Una corretta respirazione inizia da una condotta esigente nel caso specifico va inspirato col naso ed espirato con la bocca. Avere poi chiaramente una postura allineata e centrata, come esercizio focalizzate un punto sulla quale mirerete il vostro respiro.
Gli esercizi da fare sono semplici ma richiedono concentrazione e costanza. Ergo avere consapevolezza del proprio corpo. Controllo del respiro. Capacitarsi della propria potenza respiratoria.
Controllo delle emozioni, paure, essere in presenza. Il polmone deve essere attivo completamente


La respirazione diaframmatica
Il diaframma è un muscolo e si attacca alla seconda terza e quarta vertebra lombare, anche alle sei ultime costole e allo sterno e anteriormente si mescola col muscolo traverso dell'addome.
Nella fase inspiratoria il diaframma si appiattisce e trascina con sé i polmoni che si espandono.
Le regole per una buona respirazione diaframmatica sono due, la prima è quella di mantenere una postura allineata e centrata, la seconda è contrarre l'addome mentre s'inspira.



La respirazione addominale
La respirazione addominale è naturale. Si respira spontaneamente e precisi fino ai sette anni. Non c'è mai un controllo e il respiro deve arrivare fino al basso ventre.
Esercizio semplice è quello di sdraiarsi per terra e inspirare ed espirare con una mano sull'addome, sentire il ventre gonfiarsi e rilassarsi spinto dal diaframma.


 

articolo aggiuntivo Le corde vocali


Preparazione voce
Rilassare la mente.
- s'inizia col suono ''M'' senza gridare. Consonante nasale come la ''N'' quindi più indicate a riscaldare la maschera.
Mentre produciamo il suono muoviamolo all'interno della testa nel petto e nell'addome.
Emettere il suono immaginando che esca dalla maschera. Produciamo aprendo leggermente la bocca le vocali iniziando da quelle 'chiuse' u-o-é-i dopodiché le vocali 'aperte' è-ò-a cambiando la posizione di apertura della bocca cambiano le vocali.

Finito questo riscaldamento si può passare a dire i numeri con un suono chiaro e di varie altezze.
Una voce rilassata e intonata è piacevole da ascoltare. Alla voce si associa il linguaggio del corpo che va studiato e attivato (inserirò un articolo aggiuntivo) evitare i doppi legami cioè io dico <benvenuto> ma ti faccio il cenno di <addio>. Ergo il corpo mente e voce vanno unificati in un unica direzione, quella della comunicazione non manipolatoria ma leale e amicale.
Nella lettura e nel discorso se aggiungiamo qualche esercizio di recitazione o per meglio dire di interpretazione, l'interlocutore diventerà anche partecipe alla discussione e desideroso di esserci nel 'qui e ora'

 

 


Esercizi

Importante è la postura del corpo, eseguire correttamente quanto segue:
- piedi ben piantati per terra paralleli al bacino.
- gambe lievemente piegate in avanti con le ginocchia rilassate.
- corpo completamente rilassato: spalle braccia
- trovare la centratura giusto immaginando una linea che attraversa il corpo.


Per lo scioglimento completo del corpo fai riscaldamento presport e streaching
Gli esercizi di Dizione servono a correggere i difetti dialettali, la pronuncia errata delle vocali e delle consonanti.
Ma possono essere utili anche per l'articolazione mandibolare. Chiaramente sul modo di parlare incide anche la dentatura.


La lettera S
La lingua è diretta sugli incisivi inferiori e va rafforzata la pronuncia.
- allineare le arcate dentali e direzionare la lingua verso il basso e far finta di spegnere la fiammella della candela

La lettera R
Il difetto comune della lettera R èil rotacismo e dipende da un modo sbagliato di appoggiare della lingua. Può essere causato anche da difetti anatomici oppure dal proprio dialetto.
- appoggiare la punta della lingua sul palato e pronuncia la coppia di consonanti TR

La lettera C
Non ha il scuo 'sc' come si sente in alcune regioni
- dire a voce alta i numeri dal 10 al 19
- leggere ad alta voce e registrarsi. Avere cura di pronunciare correttamente la lettera C

Esercizi di articolazione
Questi esercizi sono di supporto alla voce e alla pronuncia.

- semplicemente leggere molto e lentamente ad alta voce suddividendo le parole in sillabe.
Poi rileggere fluidamente


Gli accenti: esercizi
Si hanno sette vocali fonetiche che si distinguono da aperte o chiuse
- prendere un testo e segnare tutti gli accenti aperti e chiusi leggere il testo ad alta voce.
Registrarsi.



Scioglilingua
Con lo scioglilingua si arriva ad una parlata precisa e flessibile e quindi ad una corretta articolazione.

1 Se l'arcivescovo di costantinopoli si disarcivescoviscostantinopolizzasse vi disarcivescoviscostantinopolizzereste voi come si è disarcisvescoviscostantinopolizzato l'arcivescovo di costantinopoli?
2 Chi troppo in alto sale cade sovente precipitevolissimevolmente.
3 Il Papa pesa e pesta il pepe a Pisa. Pisa pesa e pesta il pepe al Papa.
4 Un limone, due limoni, tre limoni una limonata
5 Guglielmo coglie ghiaia dagli scogli scagliandola tra mille gorgogli.
6 Lucio e Decio lisciano dodici gatti felici.
7 Al pozzo dei pazzi una pazza lavava le pezze. Andò un pazzo e buttò la pazza con tutte le pezze nel pozzo dei pazzi.
8 Porta aperta per chi porta per chi non porta parta pur che non importa aprir la porta.
9 C'è il questore in questura a quest'ora? No il questore in questura a quest'ora non c'è se ci fosse il questore in questura a quest'ora le avrebbe già fatto la questura.
10 Una rara rana nera sulla rena errò una sera una rara rana bianca sulla rena errò un po' stanca.

11 Tre tigri contro tre tigri mentre tigre intriga tigre
12 Chi seme di senape secca semina sempre seme di senape secca raccoglie.


Spunti 
- accento grave \  pronuncia aperta
- accento acuto /  pronuncia chiusa 

L'accento cade sulla vocale delle parole o meglio le sillabe ergo va valutato dove cade l'accento sulla e oppure una o per rispondere alla domanda ci si aiuta col dizionario.
Le altre vocali che compongono la parola sono atone perciò chiuse


 



UTILIZZANDO IL DIZIONARIO VI SARA' POSSIBILE TROVARE LE ECCEZIONI OLTRE AGLI ACCENTI PER SAPERE DOVE CADONO.
SI PRENDA UN TESTO E SI SCRIVANO GLI ACCENTI SULLE VOCALI DOPODICHE' LEGGERLO DIVERSE VOLTE AD ALTA VOCE. REGISTRARSI PER TENER CONTO DEL MIGLIORAMENTO. 
GLI ESERCIZI PER LE VOCALI E SILLABE DAVANTI ALLO SPECCHIO. 

Buona pronuncia!!



 

 

      

                                         

 

 

Per chi vuole il libro, che si trova in fase di pubblicazione oppure un supporto, Io sono qui! 
 

 

 

(se lo ritieni opportuno dona)

 

 

Fonte
. Ferai manuale di dizione
. Lorenzo Trombini
. Paolo Orlandelli
. Wikipedia
. Edda Cacchioni
La dizione. Parole in armonia 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post