Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

7 Il Flauto Dolce Soprano. I segni sullo spartito

 

7 lezione
I segni sullo spartito


Flauto Dolce Soprano
a cura Edda Cacchioni
Counselor Editor Scrittrice

 

 

Una nota è un SEGNO GRAFICO utilizzato per rappresentare un suono ad una determinata frequenza.

Le note si rappresentano con dei PALLINI inseriti sugli spazi o sulle righe del pentagramma.

 

Le note sono:
do
do#

reb re re#

mib mi

fa fa#

sol sol#

la la#

si

solb

lab

sib

Il segno # sta per DIESIS - Il segno b sta per BEMOLLE

 

I Valori

Con il pentagramma si è riusciti a trovare il modo per definire l'altezza di un suono ma non la sua durata. I valori musicali sono quei simboli grafici che si usano per rappresentare un suono sul pentagramma (che sia una nota o un silenzio, attenzione!) e servono a dargli un valore di tempo (in pratica ci dicono per quanto tempo dobbiamo far suonare una nota.....o suonare il silenzio!).
 

La semibreve infatti è il doppio di qualcuno ma non è metà di nessuno (esistono delle figure musicali che indicano dei multipli della semibreve; la Breve per esempio rappresenta il doppio della semibreve ma è usata principalmente alla fine un pezzo ed è molto rara)  e la semibiscroma è la metà di qualcuno ma non è il doppio di nessuno (anche per la semibiscroma in verita esiste una figura che rappresenta la sua metà, 1/128; si chiama la Fusa, ma è rarissima e pochissimo utilizzata....praticamente non si incontra mai!).

 

Pausa

 





Legatura di Valore

 La legatura di valore è quella curva che unisce 2 note uguali
Questo significa che il primo suono si prolungherà tanto quanto è il secondo a cui è legato, ovvero si sommeranno le loro rispettive durate!

 

(da wikipedia) Nella notazione musicale, la legatura di valore è un simbolo che viene usato per sommare la durata di due o più note. Per esempio, due minime legate hanno lo stesso valore di una semibreve.

 
 Essa serve ad
aumentare la durata di note, in genere (ma non necessariamente) appartenenti a battute diverse e consiste in una linea curva che viene posta su due note della stessa intonazione (altezza) ottenendo l'effetto di prolungamento del suono oltre il suo valore iniziale, contemplando quindi anche il valore delle note legate che si susseguono.

Può essere usata come alternativa al punto di valore ma solo se unisce due note poste sul pentagramma alla stessa altezza.

La legatura di valore si differenzia dalla legatura di portamento (o legatura di frase) perché quest'ultima collega note di altezze differenti, anche se sono rappresentate dallo stesso simbolo sul pentagramma.

 

 

Il Punto

 

 

 

La nota col punto dura il suo valore + la metà del suo valore intero

(da wikipedia) Il punto a destra nella nota, è un segno usato per aumentare la durata di una singola nota e/o di una pausa.
Si tratta di un puntino nero posto sempre destra della nota/pausa e ne allunga la durata della metà del suo valore originario.

Il punto di valore può essere sostituito da una "legatura di valore", inserendo una seconda nota che abbia la metà del valore della prima. È invece il punto di valore che non può sostituire la legatura di valore perché la durata aggiunta dal punto di valore è fissa, mentre la legatura permette di legare due note di qualsiasi durata.
Si possono mettere anche due o tre punti dopo una nota, il secondo aumenterà il valore della nota di metà del primo e di conseguenza il terzo della metà del secondo.

 

 

 

 

 

 

Esercizio

 

 

 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post