Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Dialogando nel giusto modo avviene che...

 

 

 

 

 

 

Dialogando nel giusto modo
avviene che...

Hedda Cacchioni
www.eddacacchioni.it

 

In un dialogo che si rispetti gli argomenti hanno una loro regolarità e i soggetti che intervengono sanno rispettare e ascoltare anche i momenti di pausa in cui il silenzio diventa attimo non solo di riflessione ma anche di comunicazione.

 

 

I dialoghi negativi con persone importanti della propria vita possono distinguersi come segue:
- il dialogo in cui si deve necessariamente trovare una conclusione un chiarimento
- il discorso rimandato, cioè parlarne in un'altro momento

 

 

La comunicazione ragionevole 
Per il dialogo professionale è meglio usare un metodo socratico in cui l'interlocutore può approfondire le sue capacità e avvantaggiarsi di verità possedute.

Sciogliere quindi la diffidenza, il sospetto  verso l'altro e vivere una comunicazione affettiva apportatrice di soddisfazione e rilassamento.
Il modo di comunicare è molto  vasto ergo, opportuno ricercare la ''comunicazione armoniosa e costruttiva''.

 

 

Modo positivo 
I dialoganti creano la ''comunicazione armoniosa e costruttiva'' con momenti di silenzio che servono per l'assimilazione e comprensione dei concetti.

 

 

Un buon dialogo è apportatore di buon umore e accordi positivi. Imparare a comunicare si può attraverso metodi più o meno conosciuti così pure è di supporto il proprio intuito e sensibilità...
Tutto il resto sono ''molestie''. 

 

 

 

(riproposta)

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post