Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Imparare a leggere

 

RIPROPOSTA

Imparare a leggere
a cura H.Edda Cacchioni 

 

Scrivere rientra nei modi di esprimersi e leggere in quello di capire i pensieri altrui. Saper leggere non è questione di saper pronunciare una parola dopo l’altra tuttavia è preferibile indicare che chi sa leggere è colui che comprende ciò che legge. Il bambino va allenato a capire il testo e avvicinato al patrimonio culturale creato dalla storia la quale racconta la vita dei tutti nel tempo. Il cucciolo d’uomo con la lettura si arricchisce dell’esperienza altrui ergo più capisce velocemente più il testo lo coinvolgerà. Si offrano, si regalino libri con racconti di nemici, di avventura, drammatici o comici sono i generi solitamente preferiti dai ragazzini, mentre i testi da preferire sono quelli scritti con un discorso diretto e possibilmente che abbiano una forte vivacità nell’azione. Si ha prova che il bambino ha capito il testo solamente quando saprà ripetere quanto letto, quando saprà descriverlo con le proprie parole! Un esercizio utile potrebbe essere di far leggere i bimbi nelle riunioni di famiglia e amici cosicché l’adulto partecipante-ascoltante saprà non solo il titolo del libro che il ragazzo sta leggendo, quello che ha letto ma soprattutto ciò che lui ha preferito nel raccontare ergo far sapere agli altri e quindi probabilmente in grandi linee quello che è più interessante per il lettore stesso. L’intervento di correzione e punteggiatura non va fatto, chi si occupa del fanciullo ne parlerà con l’insegnante che a sua volta fornirà l’indicazione giusta. La lettura libera stimola il connubio interesse-allenamento inoltre avvantaggia il patrimonio linguistico consolidando la capacità strumentale. Leggere per altri ha un duplice significato: il ragazzo si appropria di un contenuto oggettivo mentre leggere per gli altri stimola la comprensione cosicché nel ripetere agli ascoltatori il ragazzo cercherà parole appropriate per farsi capire, in questo contesto di cose egli diventa padrone di se!

Puntualizzazione I bimbi del ceto medio compiono uno sforzo maggiore per colmare lo svantaggio di partenza ergo educate i bimbi a stare con i bimbi e teneteli tutti sullo stesso gradino.

In tal modo si difende la Natura e si partecipa alla diffusione di una cultura sobria dedita al miglioramento senza sopraffazioni. Emancipazione appropriata e una onesta, amabile, auspicabile Libertà…

 

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post