Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Quando è nata l’Arte? Le influenze dei popoli impronte indelebili

 

RIPROPOSTA 

Hedda Cacchioni

L’arte: la sua nascita Nell’ultima fase del Paleolitico nasce l’arte in Europa cioè 40.000/10 mila anni fa, gli albori artistici europei si presentano con manufatti e pitture rupestri concepiti per rituali e magia mentre gli oggetti in ceramica e i monumenti megalitici sono del periodo Neolitico.

Con l’invenzione della scrittura si ha il passaggio della Preistoria alla Storia i popoli che hanno determinato il cambiamento sono stati i Fenici gli Egizi e i popoli della Mesopotamia. I maggiori fautori del cambiamento sono gli Egizi per il loro passaggio sul Mediterraneo e per la loro durata.

Cosa vuol dire Preistoria Per Preistoria s’intende quel periodo di tempo interposto tra la comparsa dell’uomo sulla terra e la creazione della scrittura, con essa la nascita della civiltà urbana.

Il periodo di tempo è così suddiviso: Paleolitico Superiore 40.000-10.000 a.C. Mesolitico 10.000-3.500 a.C. Neolitico 3.500-1.700 a.C. Età del Bronzo 1.700-750 a.C. Età del Ferro 750 a.C. – I secolo a.C. La storia non ha ovunque inizi scanditi di un tempo tant’è che la scrittura appare in Mesopotamia e in Egitto nel V e IV millenio a.C. mentre in Italia nello stesso periodo si è ancora nella Preistoria. In Europa l’arte nasce 30.000 anni fa nel Paleolitico. Statuette rappresentanti le Veneri con seni e fianchi prosperosi divinità della fertilità sono tra i manufatti significativi da citare:Venere di Willendorf (Austria) mentre in Italia si trovano nel sito ligure dei Balzi Rossi Nelle grotte di Lascoux in Francia e di Altamaria in Spagna si trovano pitture parietali e incisioni rupestri rappresentanti animali con frecce e lance conficcate avente un significato simbolico magico-propiziatorio.

La creazione nasce quindi con una precisa funzione religiosa, magica, atropoica. Con la rivoluzione Neolitica la condotta dell’essere umano cambia lentamente da popolo nomade diventa stanziale, impara a coltivare la terra diventa agricoltore e allevatore. Costruisce oggetti in ceramica con argilla cruda che poi successivamente imparerà a cuocere. Il villaggio più importante del neolitico italiano si trova nel Gargano ‘’Passo di Corvo’’. Nel IV sec a.C. edificano costruzioni non abitative quali monumenti Megalitici, tra cui le tipologie più note sono i Dolmen e i Menhir. . Dolmen: strutture sepolcrali architravate, formate da grandi lastre di pietra rinvenute in Puglia a Bisceglie . Menhir: gigantesche pietre conficcate nel terreno, isolate o raggruppate; l’esempio più noto è il sito di Stonehenge Megalilitismo in Italia . Sardegna si trovano il Nuraghe lasciate dalla civiltà Nuragica. . Malta si trovano i templi datati IV-III sec a.C.

Quali sono le civiltà mediorientali La nascita delle civiltà mediorientali è dovuta dalla formazione di una realtà urbana e dall’invenzione della scrittura - la prima scrittura cuneiforme è nata dai Sumeri nel IV millenio a.C. - in Egitto nasce quella geroglifica - i Fenici creano a scrittura alfabetica I popoli mediorientali hanno a capo un monarca affiancato da sacerdoti e la produzione artistica ha carattere religioso.

Mesopotamia La Mesopotamia quanto regione oggi è divisa tra Irak Iran e Persia e si collega tra i fiumi Tigri e l’Eufrate ed è stata abitata da civiltà diverse quali: Sumeri: si stanziarono nel IV millenio a.C. con città-stato indipendenti ma in lotta tra loro poi persero l’autonomia con Sargon il Grande fondatore della dinastia degli Accadi 2470-2285 a.C. Le architetture sono sacre monumentali come le Ziqquarat torri templari in mattoni L’oggetto più conosciuto è lo Stendardo di UR sono 2 tavolette con intarzio di madreperla su lapislazzuli. Inoltre per incoronare questo periodo si presentano magnificenti le statue: Fedeli e Testa di Sargon. Assiri :1245-612 a.C. popolo rozzo e bellicoso. Bravi nella costruzione dei palazzi reali come quello del Re Sargon II a Rhorsabad da cui provengono i due giganteschi tori alati con testa umana conservati al Louvre Civiltà Babilonese: si suddivide in primo Regno datato 20131-1595 a.C. con il Codice Hammurabi scritto su una stele di basalto alta più di 2 metri; secondo Regno 625-513 a.C. la civiltà Babilonese conobbe il massimo splendore la quale corrisponde con il periodo della monarchia di Nabucodonosor 604-562 a.C. in cui la città fu arricchita da monumentali costruzioni. Le dimore regge si trovano a Susa, Persepoli, Pasargade.

Egitto La civiltà egizia ha una grande influenza sulle civiltà successive del Mediterraneo e dell’Oriente. Importante è il legame con il fiume Nilo. La società ha una struttura piramidale. Nel 3000 a.C. si ha l’unificazione dei regni del Basso e dell’Alto Egitto con la I dinastia l’architettura ricerca la monumentalità soprattutto nelle tombe del faraone. La prima fase vede la sepoltura reale la Tomba di Re Zoser e Saqqarah. Importanti le Piramidi di Cheope, Chefren e Mikerynos, El Gizah.

Piramidi Dal III millennio cessano la sepoltura a piramide per preferire le tombe ipogee scavate nella roccia come la Valle dei Re necropoli faraonica in cui si trova la tomba di Tutankhamon. Nella Valle delle Regine si trovano una settantina di ipogei il più noto è quello della regina Nefertiti. Si hanno per opera dei faraoni i templi di Karnak con il tempio di Amon e il tempio di Luxor in origine collegati tra loro da un dromos (corridoio). Il gigantismo il complesso rupestre di Abu-Simbel con quattro statue del faraone seduto, alto 20m. scolpite nella roccia. L’arte egizia ha le sue regole dettate dall’ufficialità della committenza. Bellissimo è il gruppo scultoreo detto la triade di Micerino 2500 a.C. Il faraone Amenophis IV 1363-1346 apre una riforma religiosa-culturale che ebbe l’influenza nel linguaggio artistico. Nella religione politeista, Amon era la divinità più conosciuta; il faraone introdusse il culto monoteista del dio Sole Aton Il figlio di Tutnkhamon non prosegue con cambiamento culturale. Nel secolo a.C. l’Egitto inizia la sua decadenza che lo porterà a divenire dominio di Alessandro Magno e provincia dell’Impero Romano.

I Fenici La civiltà fenicia data 2750-550 a.C. nacque nell’odierno Libano la popolazione era in prevalenza costituita da commercianti e navigatori. L’arte eccelle attraverso la creazione di statuette in bronzo e steli. Abili nella produzione orafa, lavorazione bronzo, produzione della porpora. I Fenici hanno il merito della creazione e la diffusione della scrittura alfabetica.

Fonte: Storia dell’arte

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post