Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Intervista a Luigi Petruzzi cantante di superbi e profondi testi: espressioni artistiche d'impatto sociale

 

 

 

 

Intervista a Luigi Petruzzi
cantante di superbi e profondi testi
espressioni artistiche d'impatto sociale

a cura Hedda Edda Cacchioni

Counselor-Editor-Scrittrice
Artista Atleta

 

 

 


Intervista a Luigi Petruzzi
Redattrice Hedda Edda Cacchioni

 

Talvolta alcune domande così pure le risposte possono sembrare banali eppure ci si potrebbe scrivere un trattato, oserei dire psicoanalitico, per questo ti chiedo con sincera curiosità, quand'è che nasce il tuo interesse per la musica?
Una vita tra i tasti in bianco e nero non l'avrei mai immaginata. L'ispirazione nasce osservando mio padre autodidatta suonare un valzer  di Chopin mi avvicino a lui, accarezzo i tasti e mi ritrovo al Conservatorio.
Avevo  dieci anni quando ho sentito la mia prima vibrazione musicale e su un pianoforte inglese coi tasti in avorio ho intrapreso il percorso. Gran parte della mia giovinezza è dedicata a Chopin, Liszt, Bach, Clement, Shubert. Il panorama musicale si amplia ascoltando tanti tipi di musica e scrivendo le prime canzoni.
Arrivano i primi locali e le note prendono la direzione, un volo incessante incalza tra la musica leggera italiana.



Le tue canzoni sono espressioni artistiche con contenuti rilevanti, quale canzone ti rappresenta di più?

Sarebbe banale rispondere: <La prossima!> In realtà ogni canzone è uno spaccato di vita, specchio delle proprie emozioni, condivise a posteriori dai futuri ascoltatori, una storia da raccontare.
SE FOSSI ne è l'esempio, è il brano che mi ha donato soddisfazioni enormi e continua a essere tra i più ascoltati su Spotify, così come LA PALYA DEL SOL cantata da mia figlia Arianna.
PICCOLI EROI un brano dedicato ai bimbi meno fortunati, presente su youtube, uscita nel 2005 che mi riprometto di far uscire in versione rimasterizzata anche su Spotify. Due brani a cui sono molto legato sono sconosciuti al grande pubblico ma apprezzati dalla critica, presentati lo scorso anno a Sanremo Giovani e interpretati da mia figlia Arianna, sono dedicati a chi non c'è più e l'altro alla salvaguardia dell'ambiente.


Cosa vuol dire per te ''fare musica''?
Fare musica è Vivere! E' il sogno da trasmutare in note e versi, è l' emozione interiore. Con la musica raggiungo la linea di orizzonte dell'arcobaleno che afferro e lo dono ai miei fans e con esso la speranza, la gioia, il sentimento.


Tu sei l'autore di Piccoli Eroi canzone presentata allo stadio Flaminio di Roma che è  poi diventata l'inno della Manifestazione della Fondazione Antonio Sbardella. Vorremmo sapere se hai in programma altri testi dedicati al mondo dell'infanzia?
Nel cassetto ho brani dedicati ai bambini, ai fanciulli. Così come inteso dal Pascoli e dalle canzoni scritte per lo Zecchino d'Oro musicherò parole e le presenterò al mondo come simbolo della nostra esistenza.

 

Quando canti l'amore romantico a chi t'ispiri?
Una domanda introspettiva e pericolosa. Devo pensarci ma ritengo che  la semplicità di una chiacchierata  o di uno sguardo sono l'energia pura per far nascere versi musicali.
L'anima percepisce sensazioni dalle persone che si ha la fortuna di incontrare durante la giornata
, le emozioni scorrono e vibrano sul pentagramma  sottolineando l'importanza della melodia che si sta cantando e il gesto che l'accompagna ne ridonda la capacità di espansione dell'energia sprigionata da tutto il mio essere; da me!

 

Hai avuto molti riconoscimenti. La tua musica è ricca di messaggi importanti a livello sociale tra cui il bullismo tema delicato che in Punto e a capo con Sopravvivere evidenzi il problema sollevando sensibilità e attenzione. Da dove è scaturito l'interesse per la problematica?
Punto e a Capo è il progetto sul bullismo proposto anche al Festival del Cinema patologico e Sopravviverò il mio brano dedicato a questa problematica sociale. Come dicevo prima l'interazione tra persone favorisce lo scambio culturale, il pensiero, le origini e tramite la canzone quanto espressione artistica si può divulgare.
Canzoni ad ampio spettro, quindi testi non solo d'amore romantico ma argomenti di attualità che descrivono e rappresentano il quotidiano, varcano la soglia di un segno di speranza per arginare il bullismo e ogni forma di sopraffazione sull'altro.

 

Nella tua professione hai stabilito un punto di arrivo per poter dire, sono soddisfatto?
La soddisfazione personale è poter raccontare con il supporto del  pianoforte le mie sensazioni.
Saper comunicare ai fans e arrivare dritto al loro cuore come essi hanno saputo fare con me.  La melodia italiana ha una potenza mondiale che centra il bersaglio in un battibaleno!

 

Potresti indicare il percorso artistico aggiungendo arguzie esperenziali a chi vuole intraprendere la tua stessa carriera?
Il tirocinio e l'esperienza che ne consegue forgiano il carattere ne smussano gli angoli e incidono sull'umore favorendo una buona crescita personale.
Non basta iltalento, ci vogliono testa e cuore nel mondo   dello spettacolo esoprattutto tanta fortuna  che si persegue con costanza e perseveranza.

 

I lettori del Il Potere dell'Eccellenza dove possono reperire i tuoi tour per poterti seguire più da vicino? 
Mi possono trovare nei social sulla quale pubblico i vari appuntamenti delle mie rappresentazioni musicali e tutte le novità in linea con la musica che amo:
. Facebook
.
Instagram @luigi_petruzzi
. Twitter @LuigiPetruzzi1
. Youtube e Spotify

 

Grazie da tutti noi Luigi, aspettando nuove canzoni ascoltiamo volentieri i tuoi brani che tra l'altro sono reperibili anche in Amazon

Grazie a voi. A presto!

 

 

 

 

 

 

 

yes

                                                                              eddacacchioni la mia esperienza con la musica mi ha portato nel posto giusto...
Luigi Petruzzi l'ho conosciuto di persona nel momento musicale  delle festività di Natale dato dalla boutique "Armadio Di... Monica Isopi'' in Ladispoli nell'occasione ho salutato anche Fabio Picchioni presente all'evento oltre chiaramente alla titolare e a suo marito e cotitolare Gianfranco Cucchiarelli.

Intervista a Luigi Petruzzi cantante di superbi e profondi testi: espressioni artistiche d'impatto sociale
Intervista a Luigi Petruzzi cantante di superbi e profondi testi: espressioni artistiche d'impatto sociale
Intervista a Luigi Petruzzi cantante di superbi e profondi testi: espressioni artistiche d'impatto sociale
Intervista a Luigi Petruzzi cantante di superbi e profondi testi: espressioni artistiche d'impatto sociale

Non basta il talento ci vuole testa e cuore

Luigi Petruzzi

Torna alla home
Condividi post
Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post